È solo un’incapacità di dare

Pubblicato il Pubblicato in Cose che accadono

Sono sola. Anche se mi incontri seduta ad una tavolata sorridente e rumorosa, sarò sola.
Avevo delle amiche. Una alla volta, mai tutte insieme. Non riesco a gestire l’intimità poligama. e una alla volta le ho spinte al suicidio. Sono difficile. Pretenziosa. Le voglio per me, le faccio soffrire.
Una volta però ho incontrato una ragazza forte. Mi ha voluta come amica, e sapeva gestirmi. O forse era solo più stronza delle altre. E allora l’ho uccisa. Perché di morire non ne aveva voglia. L’ho uccisa io, con le mie mani, a sorpresa, qualche giorno prima di Natale.
Nonostante questo riesco ancora a sorridere. A fingere che tutto vada bene. Anche se sono sola.
La bambina portata ad esempio per gli altri, quella con gli ottimi voti a scuola, quella che parlava poco, sempre educata, è incapace di gestire i rapporti con gli altri.
Sopravvaluta se stessa, si guarda allo specchio e crede di essere migliore.
O forse ha solo paura.

12 pensieri su “È solo un’incapacità di dare

  1. non credere di essere l’unica… sono caratteri o limiti dei caratteri però “ogni uomo è un isola…” io riesco a mantenere abbastanza bene le mie amicizie ma a volte le uccido anche io per problemi “limitrofi”… non fa mai piacere ti mangia da dentro… vorrei dirti che passerà…ma chi sono io per garantire…?

  2. xes, non credo di essere unica o “speciale”, anzi…però a volte desidero essere diversa.

  3. Di amiche vere ne bastano poche.
    Una al max due.
    Ce ne vuole qualcuna tosta.
    Che ti risponda colpo su colpo.
    Anche io sparo.
    Nessuno regge.
    E’ il destino dei pistoleri solitari.
    A volte però qualcuno in gamba con cui fare un pezzo si strada si trova.
    Porta pazienza Gringa.
    Bk

  4. non era mia intenzione… dico solo che so di cosa parli ma non per esperienza personale…. e non ho mai sentito di nessuno che non vorrebbe essere diverso… comunque la tua è una riflessione profonda (non significa che stai bene) la felicità però potrebbe tornare da un momento all’altro proprio perchè sei consapevole dei tuoi limiti.
    @bk concordo appieno ci vogliono persone toste per contrastare altimenti si va giù molto facilmente…

    sottoscrivo: porta pazienza Gringa.

  5. l’ho scritto migliaia di volte, ma scrivere per me è terapeutico. buttare giù quello che sento mi aiuta. e adesso ancora di più, che qualcuno mi legge e mi fornisce una chiave di lettura diversa.

  6. Off Topic: ciao carta carbone! Se non ti offendi ti avrei nominato per un premio (vabbè, un altro..). Passa da me quando vuoi.
    Ciao

  7. assassini lo si diventa… basta che si presenti l’occasione. Forse puoi capire chi è Ed Kemper

  8. La solitudine dei bravi ragazzi, dei primi della classe, di quelli troppo seri per … provare a divertirsi con loro.
    So cosa significa. Ma credo anche che, sia pure con molta fatica si possa uscirne.
    Auguri. A te e a me.

Sono curiosa di sapere cosa ne pensi