KmZero: rassegna letteraria

Marlene firma copia del libro

Abbandona l’idea che devi essere sicuro di quello che stai facendo.
Arrenditi piuttosto a ciò che è reale dentro di te, perché solo quello è sicuro.
Baruch Spinoza.

La prima edizione di KmZero: rassegna letteraria, in Biblioteca a Formigine, sabato 17 dicembre, si è aperta con la presentazione del mio primo romanzo. Un evento che posso collocare fra i 5 momenti migliori della mia vita. Non in cima, ma almeno al posto numero tre.

Il mio primo romanzo scritto, corretto, editato, pubblicato da una casa editrice seria. Ovvero che non mi ha chiesto soldi per pubblicare, ma che mi ha anche pagato i diritti d’autore.

La mia prima presentazione, in un contesto autorevole, come moderatore il direttore delle Biblioteche di Formigine Fabiano Massimi. Scrittore a sua volta, dotato di grande sensibilità e generosità.

L’ ex-assessore alla cultura del comune di Formigine Agati Mario seduto in prima fila, i miei genitori, le mie amiche e tanti conoscenti.

Ero sicura di quello che facevo?

Assolutamente no. Ma seduta su quella sedia, ho sentito di essere nel posto giusto. Nel posto che ambivo da quando a 14 anni ho partecipato al mio primo concorso letterario. Tutte le insicurezze che mi hanno accompagnata da quando ho memoria fino a quel momento: polverizzate. Sarò vestita bene? Sembrerò grassa? Risulterò simpatica? Noiosa? Saccente? Arrogante? Stupida? Ignorante? L’accento della mia voce tradirà i luoghi che ho abitato su e giù per l’Italia?

Tutto svanito nel parlare di Marta, la protagonista del mio romanzo, che per quanto mi sforzi di tenere separata da me, si fonde e parliamo con una sola voce. Così nel raccontare di lei mi sono trovata a raccontare di me, della mia passione per le persone. Del mio ascoltare più che parlare, della mia capacità di incamerare storie e umori e sensazioni, e poi rimetterle su carta, sottoforma di racconti.

La domanda finale mi ha fregata: consiglia un libro. Considero la scelta di un libro una scelta personale, un po’ come trovare il paio di scarpe giuste. Ho finito così per sbagliare titolo e non saperne parlare adeguatamente. Nonostante sia uno dei miei libri preferiti

Dopo la chiacchierata mi sono ritrovata a firmare copie del mio libro sbronza. Di felicità, di incredulità.

Avrò detto almeno cento volte grazie: grazie a chi ha organizzato l’evento, grazie a chi ha pensato di invitarmi, grazie a chi mi ha rassicurata e abbracciata, grazie a quelli che sono venuti ad ascoltarmi, grazie a chi ha reso possibile tutto questo.

A proposito: se vuoi comprare anche tu il mio romanzo, clicca qui sotto

Blogger e web writer. What else?
Articolo creato 1026

Sono curiosa di sapere cosa ne pensi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: