Depop, il mercatino delle pulci on-line

depop

Depop è il mercatino delle pulci on-line per cui tutti impazziscono. A mio avviso non è altro che la versione 2.0 delle bancarelle che al sud, nei mercati di paese,  dove si vendono “è pezz ‘mmricane”, ovvero la roba usata.

Sono venuta a conoscenza di Depop verso la fine di dicembre, e l’ultimo aggiornamento dell’applicazione mi ha dato la scusa per parlarne un po’.

Cos’è Depop?

Orde di donnine impazzite aprono i loro armadi e mettono in vendita capi usati ma in buone condizioni, scarpe comprate e mai messe per numero sbagliato, abiti nuovi di taglia errata comprati on-line. Si trova davvero di tutto.
E per me è diventata la nuova fonte di shopping on-line.
Ho fatto qualche affare, come l’evergreen luna Borbonese che la proprietaria aveva comprato e mai utilizzato perché non di suo gradimento, ad un prezzo più che scontato. Oppure uno stock di t-shirt Gaudì, Sisley e Levi’s ancora con cartellino. Dentro qualche pacchetto qualche venditrice mi ha anche lasciato un regalino.
Ma soprattutto ho comprato una Bencini Comet S 127mm funzionante… ma di questa ve ne parlerò in un altro post.
L’app è di facile consultazione, assomiglia a Instagram. Il venditore può pubblicare fino a quattro foto dell’oggetto, inserire descrizione, prezzo, eventuali spese di spedizione. Si possono tenere gli oggetti che piacciono sotto osservazione, si possono scambiare messaggi privati, e pagare utilizzando direttamente attraverso l’app, in modo da tracciare la trattativa.
L’aggiornamento lo ha reso un po’ più simile ad e-bay, con la possibilità di lasciare un feedback reciproco fra venditore e acquirente, e ha aumentato le commissioni sulla vendita al 10%.
Di norma utilizzo Depop cercando per parole chiave le cose che mi interessano, per esempio partendo dal nome di uno stilista che mi interessa e vedere in vendita cosa è stato messo.
In realtà, complice il cambio di stagione, ho provato a mettere qualche oggetto in vendita. Sono rimasta stupita di quanto abbia venduto velocemente due paia di Levi’s dei primi anni novanta.
Ma per i miei oggetti la considero solo una sosta, prima di devolverli in beneficenza, come faccio sempre.

Blogger e web writer. Non scrivo storie, scrivo di emozioni che tracciano un racconto. Nessun progetto dietro le quinte del blog. Scrivere non per diventare qualcuno, ma solo per essere una che le cose le scrive invece che dimenticarle.
Articolo creato 1003

2 commenti su “Depop, il mercatino delle pulci on-line

  1. Depop è stata una recente e piacevole scoperta: la trovo una App deliziosa!
    E poi sì, hai ragione: ci sono orde di ragazzine impazzite che venderebbero pure la nonna hehehehe.

Sono curiosa di sapere cosa ne pensi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: