Cose da blogger

L’altra me…

note modenesi

Non so come abbia fatto, ma il giornalista Davide Lombardi è riuscito ad aprire il post che parla di me con la citazione del film di uno dei miei cantautori preferiti [vi ricordo questo post].
E considerato che abbiamo parlato al tavolino del bar della stazione per un paio di ore [comprese le foto in cui faccio le facce buffe] credo di aver raccontato più di quello che credevo, e lui è stato capace di capire più di quello che volevo raccontare.
Il risultato è un’intervista stupendamente semplice e diretta…ops… ma questo non devo essere io a dirlo.

Fate un salto su Note Modenesi, oggi sono la storia di copertina.

5 pensieri su “L’altra me…

  1. Ecco, io l’ho trovata interessante. Io preferisco considerare la vita virtuale come vita normale, perché facente parte del nostro percorso evolutivo. Cambia il mezzo di interazione, ma le chiacchiere che scambiamo restano le stesse. ^^

    1. Hell aggiungerei che oltre che le solite chiacchiere si riescono a fare chiacchiere più informali, più profonde. La mediazione del mezzo non rende tutto più artificioso, ma più diretto, questo é quello che penso. E poi: dove potremmo incontrati mai per parlare di TWD e di tutti gli altri film?

Sono curiosa di sapere cosa ne pensi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.