Il divano sfatto

Questa volta tutto é cominciato con il copridivano dal colore insopportabile, da cambiare, immediatamente.
Eppure l’ho comprato solo 4 mesi fa. E quando è stato il momento di scegliere il colore sono stata io a decidere di non prendere il solito bordeaux ma di cambiare, di dare alla stanza in aspetto diverso. E a sceglierne uno beige, chiaro, per ‘alleggerire la visione d’insieme’.
Ora lo odio. Lo guardo appena sveglia, fuori posto, con l’elastico che dovrebbe tenerlo fermo alla struttura risalita fin quasi ai cuscini di seduta, i cuscini in cui si riconosce la forma di chi ci ha bivaccato tutta la sera, e lo odio. E penso che dovrei cambiarlo. Poi lo sistemo, penso che se avessi voluto cambiarlo subito non avrei dovuto comprarlo on-line, che quando arriva questa sensazione d’inquietudine divento poco paziente. E vorrei cambiare tutto e subito.
Questa volta è toccato al copridivano. Quello nuovo è di un confortante rosso-bordeaux. Mi farà sentire più tranquilla. Sarà il mio solito colore.

Che quando inizia questo periodo è meglio che sia tutto come quando tutto è iniziato.

Blogger e web writer. Non scrivo storie, scrivo di emozioni che tracciano un racconto. Nessun progetto dietro le quinte del blog. Scrivere non per diventare qualcuno, ma solo per essere una che le cose le scrive invece che dimenticarle.
Articolo creato 1002

Un commento su “Il divano sfatto

Sono curiosa di sapere cosa ne pensi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: