Sindrome della stanchezza cronica

La cosa più difficile del mio nuovo lavoro non è lavorare, ma arrivare alla scrivania.

20 minuti di macchina alle 7 del mattino, sveglia dalle 6.12 e con i riflessi di un’ottantenne neopatentata.

Parcheggiare in stazione memorizzando esattamente la posizione dell’auto per evitare al ritorno di dover aspettare che tutti vadano via per recuperarla [cosa abbastanza improbabile nel parcheggio di Trenitalia].

26 minuti sul treno pendolari che da domani sarà nuovamente stipato oltre la sua capienza.

10 minuti a piedi arrivata a destinazione per marcare il cartellino maledetto.

Ripetere la sequenza per il ritorno. Quello che c’è nel mezzo passa in secondo piano.

Sapere di doverlo fare tutti i giorni finché ferie non mi esentino, adesso che inizierà anche il freddo, non mi aiuta.

Poi mi domando come mai trascuro il blog.

Blogger e web writer. What else?
Articolo creato 1006

10 commenti su “Sindrome della stanchezza cronica

  1. io sono da sempre un “commuter” come dicono gli ammerigani: studiavo all’università a Roma da pendolare /sveglia alle 6, treno 6,40, ritorno a casa 16 circa..), poi a lavorare prima in un ufficio a mezz’ora di auto, poi – che te lo dico a fare – da insegnante precario ogni anno una scuola nuova, con entrata alle 8 e vari chilometri si strade in ogni condizione atmosferica… ed in più non è nemmeno un posto fisso! yaouhh!
    ti capisco!

  2. we we sorellona…ank’io da domani devo ricominciare con il solito trun trun con i 20 min a piedi e 25 min di bus inzippato di gente…ma purtroppo ci tocca.

    NB. sabato son da te quindi prepara il letto…ciauz

  3. @fabio il fatto di non essere precaria aiuta ad affrontare l’impresa con uno spirito decisamente diverso, meno scoglionato, più propositivo. rimane il fatto che arrivo a casa spappolata e svengo (letteralmente) sul divano ad orari improbabili come le 21, cosa che non mi accadeva da … non me lo ricordo da quanto tempo non accadeva.

Sono curiosa di sapere cosa ne pensi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: