Ebbene si: post da Praga

viaggio a praga

Cosa dire? Praga è stupenda. Era uno dei desideri da esaudire prima di morire. Ed eccomi qui.
La prima cosa che ricorderò per sempre di questo viaggio è mister MANZOttin: il prototipo del turista sessuale. Over 5o, agghindato come il Richard Gear de noatri, ha sfoderato in successione italiano, inglese e infine un po’ di russo ed è riuscito a provolare subito con due ragazze della Repubblica Ceca che tornavano a casa. Sono convinta che l’italiano (lingua) lo conoscevano benissimo, e anche l’italiano (uomo) conoscono talmente bene da ignorarlo immediatamente.
All’aeroporto ho coronato il mio sogno proibito: caffettone americano da asporto. Me ne sono andata in giro con il mio bicchierone fiera fino a quando ho scoperto che era talmente caldo da essermi ustionata i polpastrelli. E così tutte le volte che vedrò qualche telefilm americano con il protagonista di turno con il suo bel caffè in una mano saprò che è tutto falso: è impossile da mantenere. Ma non l’ho mollato.
Con i soldi sono un po’ una frana: con 50 corone si compra mezzo litro d’acqua. 50 corone sono una moneta o un pezzo di carta simile al nostro 50 euro. Ma in fondo sono solo 2 euro. Ora so che quando sono andata in bagno invece che 3 corone me ne hanno rapinate 30. Beata turista ignorante.
L’albergo è in Malastrana. Lo volevo assolutamente in Malastrana. Così ho già passeggiato in tutti i posti che ho visto disegnati negli albi di Dampyr. Ho visto anche molti posti da guida turistica.
Soprattutto ho sentito l’aria praghese che sa di oscurantismo, romanticismo e un po’ di art nouveau.
Basta. Ora esco di nuovo. Anche perchè il pavimento della stanza continua a tremare in maniera inquietante.

Blogger e web writer. Non scrivo storie, scrivo di emozioni che tracciano un racconto. Nessun progetto dietro le quinte del blog. Scrivere non per diventare qualcuno, ma solo per essere una che le cose le scrive invece che dimenticarle.
Articolo creato 1002

Un commento su “Ebbene si: post da Praga

  1. Ahhh Praga… quanto bei ricordi… quanta birra a fiumi e il castello di Kafka… ahhh
    Goditi il viaggio!!

    P.S. quando stavo in America nel caffettone facevo sempre aggiungere del ghiaccio e il commesso di starbuks mi guardava sempre malissimo… ma almeno riuscivo a berlo 😉

Sono curiosa di sapere cosa ne pensi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: