Cose di me

Eternamente indecisa, sempre in ritardo, incredibilmente ingenua.

Eccomi riassunta in tre affermazioni, scritte all’inizio della mia avventura nel web, che ancora mi definiscono e mi racchiudono.

Cosa ho fatto in tutto questo tempo?

Ho aperto nel 2007 con lo pseudonimo di Marlene il mio primo blog sulla piattaforma Blogspot senza crederci abbastanza.

Quando ho vinto un concorso letterario, ci ho creduto anche troppo.

Scrivere per Virgilio.it è stata una grossa soddisfazione.
Intervistata dalla Manifattura Tabacchi ho potuto raccontarla.

Nel frattempo sono diventata anche testimonial della campagna di pubblicizzazione di I-Modena, la rete wi-fi cittadina della città di Modena.

Per un po’ ho continuato a scrivere della mia città per la rubrica Modena a parole ospitata sul sito del Comune di Modena.

La BEWE Academy mi ha poi definita Blogger e Web Writing, con mia grande soddisfazione.

Ho deciso di sfruttare la mia vena cinica e sarcastica per commentare tendenze di arte e comunicazione sul magazine on-line Gazduna.

L’intervista al magazine Note Modenesi ha tolto ogni dubbio sul mio essere social ma non abbastanza.
E sono finita a scrivere appunti anche fra le loro pagine.

A Gennaio 2016 il post Senza organizzazione è stato adottato dalla comunità #adotta1blogger e sono finita sulle pagine della La Stampa nella categoria Introspezioni.

Da quel post e dalle riflessioni ne è nato un percorso di consapevolezza. Sapevo di voler continuare a scrivere, ma non riuscivo più a trovare la strada giusta. Da questa considerazione la decisione di iscrivermi ad un corso di scrittura alla Scuola Holden di Torino. Quattro mesi, tanti spunti creativi, la compagnia di Antonella Lattanzi che mi ha guidata alla realizzazione di un racconto così bello che ancora me lo tengo stretto stretto, solo per me. L’esperienza la racconto nei dettagli nel post Ho seguito un corso alla Scuola Holden: vi racconto com’è andata.

A gennaio 2017 mi viene proposto di moderare un gruppo di più di 6mila donne [numero sempre in costante aumento], noto come le #socialgnock. Ne ho raccontato nel mio blog, per il magazine online FC1492: Intervista a Marlene Miele di Socialgnock  e in un bellissimo articolo pubblicato sulla Gazzetta di Modena: Un salotto virtuale per appassionate del web.

Quindi cosa troverete invece fra le pagine del mio blog personale?
Tutto quello che non posso scrivere altro che qui, perché cerco di dare parola alle mie sensazioni.
E parlando di quello che accade, finisco sempre a parlare un pochino di me.

Scrivo solo di quello che mi piace, di quello che non mi piace cerco sempre di dare un giudizio oggettivo..
Gli articoli sponsorizzati sono segnalati.
Sponsorizzazioni ne accetto, di norma retribuite, e sono onesta con i miei lettori.

Quando studiavo comunicazione all’università ricordo la lezione di H. Marshall McLuhan in cui si teorizzava la nascita del villaggio globale e la possibilità per tutti gli individui di essere connessi fra loro. E l’unica cosa che appuntai fu:

               Posso entrare in contatto con tutto il mondo e tutto il mondo può entrare in contatto con me.
             Ma se non ha il mio numero di telefono, come fa?

                                                                                                                                   

                                                                                                                                  [Maggio 2017]

6 pensieri su “Cose di me

  1. Ciao! Sai ti seguo da poco, trovai questo blog grazie ad una delle tue ed amate lettrici e mi innamorai del tuo blog . Sei una persona veramente ammirevole !!

  2. Lalettricedilibri devo assolutamente ringraziarti per questo commento che mi fa riflettere sul fatto che scrivere non è mai stato tempo perso. Grazie.

Sono curiosa di sapere cosa ne pensi