Inseguite la realtà. Un consiglio da chi ha fatto dei sogni il suo mestiere.

Pubblicato il Pubblicato in Cose che accadono, Cose di cinema

A metà dell’anno scorso ho letto e appuntato questa citazione:

Di solito si usa sempre la frase: “inseguite i vostri sogni”.
Ma io non credo a questa frase, perciò vi dico: “inseguite la realtà”.
Con lo scorrere del tempo siamo stati abituati a considerare la realtà come un “cugino povero” dei sogni.
Se ci pensate bene, i sogni o le realtà virtuali che ci circondano e ci fanno divertire, non sono altro che sottoinsiemi della realtà stessa.

Detto dal regista di Inception,  Christopher Nolan, direi che il consiglio sembra più che sensato.
Proprio in questa storia i sogni sono i veri protagonisti. All’inizio non sappiamo di essere solo in un sogno, e quando sappiamo di essere nei sogni dei protagonisti, spesso ci domandiamo se quello che sta accadendo, non stia accadendo nella realtà. I livelli dei sogni si innestano uno nell’altro, e confondono sia i protagonisti sia lo spettatore.
Il protagonista principale della pellicola ha escogitato un metodo per capire se si trova in un sogno o si trova nella realtà: lascia girare una trottola. Se la trottola non cade, girando all’infinito, si trova ancora nel sogno.

I sogni che confondono.
I sogni che consolano, ma non durano.
I sogni che annebbiano la realtà, confondendo il sognatore.

Sarà per questo che Nolan consiglia di puntare sulla realtà.
Se avete un sogno, sognatelo.
Ma se non lo trasformate in realtà non serve a niente continuare a sognarlo.
Ecco perché nel post In attesa del 2017 ho scritto come ho trasformato il mio sogno in realtà.
Per far cadere quella trottola maledetta che continuava a girarmi nella testa, offuscando la realtà.

Sono curiosa di sapere cosa ne pensi