Cose di cinema

A volte una sola frase vale l’intero film

 

Se questo è l’amore io non lo voglio, toglimelo! Ti prego…
Perché fa così male?

Perché era reale.

[Lo Hobbit – La battaglia delle cinque armate]

Dopo tre narrazioni lunghe circa tre ore ciascuno con protagonista un Hobbit, qualche mago, una manciata di nani, una popolazione di elfi, un gruppo di umani che vivono in mezzo ad un lago, un esercito di orchi e cattivi vari assortiti, e un Drago, che avrebbe dovuto essere il protagonista assoluto e invece nel terzo lungometraggio è già morto [spoiler].
Insomma, dicevo.
Dopo tre lunghissimi film in cui una novella graziosa è stata stiracchiata, allargata, dilatata, inserendo anche elementi estranei alla narrazione originale.
Dopo avere avuto il tempo di accorgersi che nell’ultimo capitolo della saga de Lo Hobbit –  La battaglia delle cinque armate, le cinque armate lottano fra di loro solo ed esclusivamente per avidità, e quindi viene da chiedersi perché si dovrebbe parteggiare per l’una o un’altra fazione, considerato che sono tutti avidi nella stessa maniera…
Ecco che finalmente si sente questa frase, l’unica che vale il costo del biglietto e l’aver sopportato l’intero film.

Peccato sia stata pronunciata da una inespressiva e antipatica Evangeline Lilly.

Sono curiosa di sapere cosa ne pensi