Dieci inverni (2009)

Pubblicato il Pubblicato in Cose di cinema

la prima volta che ho visto questo film non ne sono rimasta colpita. ero distratta. lo guardavo scrivendo, è una cosa che faccio spesso. ma questo è un film che ha bisogno di tutta la nostra attenzione.
sotto l’aspetto semplice della storia d’amore fra due ragazzi che si incontrano all’università e si rincorrono per 10 anni fra fidanzamenti, fughe, convivenze, gravidanza e amicizia, c’è un universo fatto di frasi, silenzi, paesaggi, situazioni che fanno sorridere, sognare, piangere e poi sorridere di nuovo.
è una bella storia questa opera prima di valerio mieli. e assomiglia tanto alla vita vera.
perchè può capitare davvero di conoscere una persona casualmente e di dormirci una notte nello stesso letto senza nemmeno conoscerne il nome. e di presentarsi il giorno dopo, fra l’imbarazzo e la curiosità.
perchè può capitare davvero di innamorarsi ma di non dirselo.
perchè può succedere di perdersi di vista, e poi incontrarsi per caso e fare finta di non riconoscersi.
perchè sarà successo un mare di volte che il destino ci ha messo la zampetta e pur ad un passo l’uno dall’altro non ci si è incontrati.
perchè quando si litiga non è come nelle fiction, tutti paroloni urlati esattamente come vorresti. è più facile che si dicano poche parole, tutte sbagliate, e nel tono più sciocco possibile.
perchè l’amore non sboccia solo d’estate.
10 anni, 10 inverni, tanti silenzi e tante incomprensioni. un lungo giro per tornare da capo e comprendere quello che spesso da giovani ci sfugge, troppo presi a voler scoprire cosa ci può offrire il mondo.
una storia delicata, una bomboniera. anzi. una palla di vetro, di quelle che quando le capovolgi viene giù la neve: fragile, incantevole, romantica.

7 pensieri su “Dieci inverni (2009)

  1. Dovresti smetterla di scrivere così…
    perchè quando sto come questa sera poi…
    non riesco a respirare.
    Bk

Sono curiosa di sapere cosa ne pensi