sciopero dei blog (sarà un caso che è lo stesso giorno della presa della bastiglia?)

Pubblicato il Pubblicato in Cose da blogger

blog1alzi la mano chi si è accorto dello sciopero dei blog.
no perchè per chi ancora non lo sapesse, un blog non è una testata giornalistica, il tenutario dello spazio lo aggiorna quando gli pare senza che nessuno lo paghi per farlo, e senza che nessuno gli dica di cosa parlare.
soprattutto: nascono e muoiono centinaia di blog al giorno, i blog che non vengono aggiornati da tempo qualcuno li saprebbe contare? non credo si senta la differenza se oggi, proprio oggi, uno non scrive perchè ha aderito allo sciopero o semplicemente perchè si è stufato del suo prodotto telematico aperto con tanto entusiasmo (tanto è gratis, e poi acchiappo) e poi rivelatasi una noia mortale (come un bambino con un nuovo giocattolo).
vivendo nel mondo reale, dove già internet è un specie di ufo, i blog sono una parola sconosciuta e un’entità inesistente…se i blog protestano, protestano come “addetti ai lavoro”, che i blog protestano lo sanno solo gli “addetti ai lavori” e il tutto rimane sotto silenzio come sempre. perchè i media che veramente contano non sono interessati alla faccenda, o semplicemente sono strumentalizzati per non interessarsi alla faccenda e non fare da cassa di risonanza all’evento. è sempre la storiella dell’albero che cade nella foresta disabitata: fa rumore?
forme di protesta contro il “bavaglio alla rete” sono contenta se ne promuovano, ma forse era più efficace un comunicato serio in cui si spiegava cosa c’è che non va nella proposta e magari proponendo un’alternativa. che a criticare siamo sempre tutti bravi, più difficile trovare una soluzione.

Sono curiosa di sapere cosa ne pensi