dammi solo un minuto

Pubblicato il Pubblicato in Cose che accadono

trasloco

le truppe cammellate sono arrivate a casa in perfetto anticipo sulla tabella di marcia.

così venerdì oltre a farmi sentire in colpa per non essere riuscita ad uscire prima da lavoro, ho galoppato nel tratto di strada che mi separa da casa per non lasciarli troppo a lungo in macchina come due sfollati.

nel senso che la macchina era piena come per un trasloco.

non si limitano a portare prodotti tipici del sud, sempre ben accetti e gustosi, si caricano un intero supermercato, compreso di carta igienica. ecco: questa è una cosa di mia madre che non capirò mai. è vero che stavolta sono venuti in macchina e ne ha portatato un pacco intero, ma se anche viene con il treno si infila due rotoli di carta igienica in valigia. le ho chiesto il motivo di tale stravaganza. ha risposto che è roba che serve sempre e non scade, quindi può essere conservata.

e poi bicchieri di carta, tovaglioli, fazzoletti in pacchi famiglia, bagnoschiuma, saponi vari e anche le buste per congelare la carne della macelleria che ha svaligiato prima di partire.

la casa si trasforma. il frigo assapora un’abbondanza che lo fa agitare. e nel bagno compare il micidiale profuma ambiente. quello che rilascia in automatico quelle fragranze da cesso di autogrill, quelle che anche se le tieni al minimo profumano fino al pianerottolo di casa.

per non darmi fastidio mia madre mi fa preparare la cena nei tempi e nei modi che ritengo opportuno.

sintonizza la televisione sui suoi programmi serali preferiti, ma non posso comportarmi come quando avevo 15 anni e mi chiudevo nella mia cameretta. posso solo leggere il vanity fair e scappare in bagno a twittare dal mio blackberry, perchè dopo 3 giorni gli argomenti di discussione sono già finiti.

la mia piccola iena e gatto eddie giocano al gioco dell’invisibilità.

chi riesce ad essere il meno notato della giornata vince la possibilità di dormire nel letto di sopra del letto a castello, per l’occasione addobbato con delle splendide lenzuola rosse made in ikea.

6 pensieri su “dammi solo un minuto

  1. Resisti, resisti, resisti…
    Bisognerebbe scriverlo un manuale per resistere ai genitori quando si vive fuori casa da un pò.
    Chissà che non mi venga in mente…
    Baci Bk
    Ps. un letto a castello dici? 😀

  2. ciao bk, com’è amsterdam? che emozione sapere che mi leggi da lì!
    lo scriviamo insieme il manuale di sopravvivenza. secondo me torna utile ad un bel po’ di persone

  3. Amsterdam è meravigliosa…
    ma forse è meraviglioso viaggiare e guardarsi reagire a posti e gente nuova.
    Riguardo il manuale di sopravvivenza…
    tua mamma apre il frigo e credenza alla ricerca di tutti i prodotti che stanno per scadere?

  4. una volta ha buttato nel pangrattato perchè scaduto: peccato che la data di scadenza si riferisse al prodotto che c’era prima in quel barattolo e il pangrattato fosse appena comprato..approfondirò cmq l’argomento, la mia convivenza continua 😉

Sono curiosa di sapere cosa ne pensi