Cose di cinema

Espiazione (2007)

non avrei voluto scriverne così. è da un po’ che l’ho visto, ma come accade per molte cose il tempo passa che neanche ce ne accorgiamo. la scusa per tirarlo fuori dalla memoria è che ha vinto un oscar come miglior colonna sonora. e per di più colonna sonora scritta da Dario Marianelli compositore italiano. la scusa per parlarne è che mi ha toccato molto profondamente.
è la storia di una bambina, Briony, che confonde immaginazione e realtà, causando effetti inaspettati e irreparabili nella sua vita e in quella delle persone che la circondano. il regista attraverso un continuo utilizzo di montaggi alternati ci mostra gli eventi come accadono e come li vede la protagonista. le immagini scorrono cariche di poesia, e gli attori anche solo attraverso uno sguardo riescono a trasmetterci lo stato d’animo dei protagonisti.
la scena più toccante è quella sulla spiaggia, che mostra il ritiro delle truppe inglesi dalla Francia nel 1940, dove le immagini diventano tutt’uno con la musica e la sofferenza dei militari, dove i resti di una civiltà abbruttita dalla guerra marciscono in attesa di tempi migliori. l’epilogo è sorprendente.
ma come al solito non racconto trama né svelo particolari.
non ho letto il romanzo da cui è stato tratto il film, ma credo che come ogni adattamento abbia perso qualche pezzo per strada. e il regista Joe Wright non mi aveva convinto con la sua opera prima “orgoglio e pregiudizio”.
questo film l’ho guardato per quello che è: una storia romantica dove per romanticismo non si intende né buonismo né sviolinate melensi.

Un pensiero su “Espiazione (2007)

Sono curiosa di sapere cosa ne pensi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.