Maledetta mania

Pubblicato il Pubblicato in Cose che accadono

Ho un difettuccio non da poco: mi nutro dei fatti altrui, salvo poi raccontarli ad altri. Non ce la faccio a tenere a freno la lingua, e quando so qualcosa di qualcuno la racconto. Non ha importanza se colui di chi parlo è conosciuto da chi mi sta di fronte: so un fatto, lo racconto.
Questo mi era valso anche un simpatico nomignolo dove lavoravo prima che mescolava la parola “novella 2000” (noto giornalino di gossip) con il nome della società dove lavoravo. Un po’ come è successo per “brangelina” o “tomkat”.
Perchè poi alla fine qual’è il confine fra lo spetteguless e il gossip? fra il dovere di cronaca e lo sputtanamento vero e proprio?
Il bello è che non lo faccio per cattiveria. Nel senso che non valuto gli effetti che il mio racconto può suscitare in chi ascolta, nè il ritorno di immagine che ne può avere la persona di cui racconto. Racconto anche fatti miei senza problemi. Questo preambolo per raccontare cosa?
Che da un po’ di tempo ho la mania di cercare in internet nome e cognome di persone conosciute per sapere qualcosa di loro. Io metto le virgolette a chiudere “nome e cognome”, e provo la variante “cognome e nome” così la probabilità di beccare solo quello che cerco io è più alta. E di qualcuno ho anche trovato le foto. Se il sistema non mi restituisce nulla, significa che molto probabilmente il mio vecchio amico /conoscente ha una normale vita al di fuori della rete.
Ho saputo così dell’argomento della tesi di una mia fiamma conosciuta al mare tanti anni fa, ho saputo di un altra vecchia storia ha fatto un concorso ( e non l’ha vinto) e abita in un’altra città, ho saputo che una mio ex-collega di uni ha aperto una società di cui è amministratore unico ecc ecc… Mi sono anche cercata: google non mi restituisce documenti. E secondo un mio amico significa che non esisto. Eppure io sono qui, e ne scrivo anche di questo mio esistere.
E poi parlano di privacy, e di quello che si può pubblicare e quello che non si può dire.
Noi da soli ci sputtaniamo tranquillamente, vuoi per manie di portagonismo, vuoi per errore di valutazione, o solo per farci conoscere.
Non so cosa mi spinge a cercare nel passato di quei nomi e cognomi. Forse solo la certezza che le scelte fatte per arrivare fin qui sono le scelte giuste. oppure…

Sono curiosa di sapere cosa ne pensi