Si, viaggiare

Pubblicato il Pubblicato in Cose che accadono
Non viaggio quanto vorrei.
Un po’ per tempo, ma soprattutto per soldi. Quando si ha molto tempo si riesce a risparmiare di più, si può prendere al volo qualche offerta, si può scegliere con calma. Però se decido di partire non mi porto dietro nessun pensiero, nessuno scrupolo.
Se mi trovo sulla costiera amalfitana non torno a casa senza aver mangiato un bel piatto di spaghetti alle vongole, se decido di passare un week-end a Parigi non ceno nella mia stanza d’albergo con baguette e affettati vari perchè “i ristoranti di Parigi sono cari”, se decido di partire per l’America un salto a prendere il caffè a Rodeo Drive lo faccio (non di più a meno che non si è veramente ricchi).
E così mi ritrovo ad odiare la prassi incontrata in questa città che mi ospita: quando si esce a mangiare con gli amici, alla fine parte la via crucis alla cassa per pagare dietro confessione solo ed esclusivamente quello che si è mangiato.

Sono curiosa di sapere cosa ne pensi